Percorso per fidanzati

La parrocchia organizza un percorso di otto sere in preparazione al matrimonio; gli incontri si terranno sempre di martedì, dalle 21 alle 22:30 nel salone S.Francesco (ingresso Via Trebbo nr.19 – accesso dai campi da calcio, dietro alla Chiesa).

  • Martedì 24 gennaio: ‘‘Io accolgo te’’ (don Marco) Incontro, accoglienza e conoscenza.
  • Martedì 7 febbraio: ‘‘Amore, fedeltà e impegno’’ (coppia sposi Giovanardi)
  • Martedì 14 febbraio: ‘‘Rito del Matrimonio’’ (don Alberto Zironi)
  • Martedì 21 febbraio: ‘‘L’alleanza nella coppia’’ (don Marco)
  • Martedì 28 febbraio: ‘‘Un amore fecondo /i due saranno un solo corpo’’ (don Maurizio Trevisan)
  • Martedì 7 marzo: ‘‘L’Amore si costruisce e si difende’’ (Cinzia Giubbarelli)
  • Martedì 14 marzo: ‘‘La spiritualità nella coppia’’ (mons. Verucchi)

Sabato 25 marzo le coppie sono invitate alla Messa delle ore 19, e a seguire consegna degli attestati.

Per gli incontri nelle altre parrocchie potete consultare il calendario diocesano.

Passaggi burocratici

Non prima di 6 mesi dalla data del matrimonio, è necessario avviare la pratica matrimoniale.

Per il matrimonio religioso (o religioso e civile) i documenti vengono raccolti da un prete del comune di residenza di uno dei due nubendi. Dopo aver preso appuntamento, il parroco raccoglierà i certificati di battesimo e cresima di entrambi i nubendi, e porrà una serie di domande (richieste dalla burocrazia per attestare la libertà degli sposi).

Raccolti i certificati e attestata la libertà degli sposi, vengono prodotte le pubblicazioni di matrimonio – civile e religioso. Le pubblicazioni devono essere portate dagli sposi:

  • per la parte civile, in comune: si prende appuntamento in comune, così che entrambi gli sposi possano consegnare il documento e firmare i documenti. Il comune provvederà ad avvisare gli sposi quando potranno essere ritirate.
  • per la parte religiosa, vengono lasciate esposte in Chiesa per due festività.

A pubblicazioni avvenute, il parroco completa la pratica matrimoniale.

Se il matrimonio avviene fuori dalla diocesi di Modena, è necessario compiere un ulteriore passaggio: serve il timbro della curia di Modena. Gli sposi, a documenti completati, devono recarsi alla cancelleria della curia di Modena per porre il timbro della diocesi (al fine di garantire al parroco che riceverà i documenti della veridicità del processo).